Atleta del mese Maggio 2017

Ilaria Stretti

Cara Ilaria, complimenti sei stata nominata atleta del mese di Maggio 2017.

Di seguito una piccola intervista per farti conoscere meglio.

 

Da quanto tempo pratichi il podismo?

Ho iniziato nel 2009, ma come per le diete, ho interrotto e ripreso diverse volte negli anni!

 

Per te la corsa è solo un modo per tenersi in forma, o rappresenta e ha rappresentato qualcosa di più nella tua vita?

Ho iniziato a correre per sfida, con me stessa. Dopo aver fatto il Cammino di Santiago avevo voglia di provare la mia resistenza con un’altra attività e mi sembrava un buon obiettivo la maratona.

 

Che mestiere fai?

Sono un tecnico-commerciale nel settore energie rinnovabili

 

Quante volte riesci ad allenarti durante la settimana?

Dipende. Non sono costante a volte dipende dalla voglia altre, come in questo periodo, dal caldo. Spesso punto la sveglia alle 5 con la buona intenzione di andare a correre, ma nel 90% dei casi quando suona spengo e mi volto dall’altra parte.

 

Qual è la gara più bella che hai corso?

Può sembrare banale ma ogni “prima distanza” è stata la gara più bella. Se devo scegliere direi New York, perché è stata la prima maratona e il primo obiettivo centrato poi il tifo lungo tutto il percorso da molta carica e la rende indimenticabile.

 

E la più brutta?

Devo rispondere? No perché non vorrei tirarmi dietro le ire degli organizzatori…via starò sul vago una delle gare del campionato su strada della Provincia

 

Cosa ti ha spinto ad essere parte della squadra del Torrile?

Mi sembrava un’allegra compagnia. L’incipit sul vecchio sito prometteva bene, pochi obblighi niente fissa del cronometro, certo poi quest’anno è arrivata la sorpresa col la gara interna del Team Grand Prix, che fatica che mi fate fare!

 

Cosa pensi di aver portato e cosa vorresti portare all’interno della squadra?

Dunque direi di aver portato vino e salame per festeggiare l’ultima di campionato a Roccabianca nel 2016, ma ho notato che preferite la birra quindi quest’anno direi birra, birra, birra! Pane e salame per fare fondo tranquilli.

 

Cosa ti piace di più del Torrile e cosa invece vorresti modificare?

Mi piace l’aver confermato il proposito che mi ha fatto iscrivere, siamo un’allegra compagnia. Cambiare? La classifica del Team Grand Prix, chi si deve corrompere?

 

A quale dei tuoi compagni di squadra sei più legato?

Non mi piace fare elenchi, ringrazio però i miei compagni di avventura al Passatore, e per gli altri direi che conosco sicuramente meglio la parte che abita a San Polo/Colorno/Torrile ma con molti non ha scambiato neanche una parola, quindi aspetto di averli conosciuti tutti.

 

Hai un altro sogno sportivo nel cassetto?

Sogno nel cassetto no (non sono poi così sportiva) ma mi piacerebbe fare un triathlon a squadre in cui ognuno concorre per una disciplina. Lo scopo ovviamente è far baldoria all’arrivo.

 

Quale è il tuo prossimo obbiettivo importante?

In questo momento non mi viene in mente proprio nulla! Ma sono ancora un po’ provata, appena mi riprendo elaboro e vi faccio sapere.

 

Partecipare alle gare ti emoziona?

In realtà era un po’ che allo start non mi emozionavo, ma il giorno dell’inizio della gara del Passatore ero completamente fusa dall’ansia e dall’emozione.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare servizi ed esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi